Costruzione villa panoramica a Buja provincia di Udine
18 Ottobre 2020
Show all

Casa a corte

CASA A CORTE

Il progetto ha previsto la costruzione di un edi cio d’abitazione in una zona residenziale di recente espansione, dove erano già presenti numerosi fabbricati di tipo unifamiliare. L’idea che sta alla base del progetto rinuncia all’edi cazione di un corpo di fabbrica ubicato al centro del lotto, ritenendolo privo di relazione con lo spazio circostante, e preferisce attestare il nuovo edi cio in aderenza al fabbricato limitrofo, allineandosi alla facciata meridionale, andando così a ritrovare alcuni elementi tipici dell’edilizia della tradizione, come la casa a corte, e contemporaneamente cogliere alcuni aspetti caratteriali della stessa che possano essere tradotti e sviluppati secondo un linguaggio formale più coerente e consono all’abitare contemporaneo. Il nuovo edi cio assume una forma ad “elle” che, integrandosi con la situazione pre- esistente, va a formare una corte racchiusa fra volumi, dando luogo ad uno spazio aperto ma fortemente domestico, che dà un giusto senso di privacy e di “riparo” visivo rispetto all’esterno.

L’accesso pedonale, ma anche quello carrabile, avvengono attraverso due cancelli metallici compresi fra mura di cemento a vista che racchiudono ampie zone pavimentate di servizio. Il fabbricato “pareggia” in altezza l’edi cio contiguo e si articola su due piani: il piano terra dedicato alla “zona giorno” e agli spazi accessori e il primo piano dedicato alla “zona notte”. Una scala rettilinea ubicata nell’ingresso collega i due livelli abitativi. Nelle facciate rivolte verso il giardino interno, il piano terra è caratterizzato da amplissime vetrate che però risultano protette da zone porticate che svolgono funzione di protezione dagli agenti atmosferici e di elemento di ltro rispetto ai raggi solari estivi.

Nel prospetto sud del primo piano, invece, si notano aperture più modeste, che nel caso della camera principale, viene sovrastata da una leggera e sottile pensilina.

Nella facciata verso nord invece, i pieni prevalgono sui vuoti e la super cie “muta” è scandita da poche aperture, all’apparenza disordinate, ma valorizzata da un gioco di volumi che fuoriescono al primo piano (dal bagno) e che rientrano al piano terra (dall’ingresso). Il volume alto due piani è completamente rivestito in lamiera di zinco a scaglie di colore grigio antracite, sia sulle facciate che sulla copertura a due falde.Il rivestimento è eseguito con la tecnica della parete ventilata con retrostante strato isolante, che consente anche di poter nascondere le grondaie e i pluviali. Il corpo di fabbrica più basso invece è semplicemente coibentato all’esterno con l’applicazione di un “cappotto termico” con rasatura nale color terra. L’ intradosso dei solai degli spazi porticati sono rivestiti con pannelli di legno laminato. I serramenti esterni sono in alluminio di colore grigio antracite.

All’interno i pavimenti sono tutti in parquet di legno, ad eccezione di alcune parti di servizio che sono in cemento, mentre i rivestimenti parietali dei bagni sono realizzati con lastre di marmo. Le porte interne sono in legno laccato bianco collocate a raso muro e si abbinano agli zoccolini battiscopa incassati nei muri stessi. Alcuni elementi di arredo in rovere naturale sono stati realizzati su disegno.

Visualizza l’articolo su VistaCASA